Digital Marketing con le App di messaggistica - Kleis Digital
Fare marketing sulle App di messaggistica diretta

Nell’ambito delle strategie di Digital Marketing, possiamo individuare diversi tipi di canali attraverso cui passa il flusso della comunicazione aziendale:

  • I Blog aziendali
  • I Social Network
  • Le App di messaggistica diretta

In un panorama comunicativo sempre più orientato all’interazione human-to-human e one-to-one, le app di messaggistica hanno ormai assunto un ruolo predominante, superando i social network quanto ad utilizzo da parte delle aziende per:

  • Rispondere in tempo reale alle richieste dei clienti;
  • Inviare offerte personalizzate;
  • Ricevere prenotazioni o ordini mediante un chatbot;
  • Inviare documenti ufficiali in modo semplice e immediato.

Vediamo insieme quali sono quelle più diffuse in Italia e nel mondo occidentale e come funzionano, per poter scegliere la più indicata agli scopi della tua strategia e per il tipo di business della tua azienda.

 

Whatsapp

Da semplice piattaforma per interagire, Whatsapp è diventata l’app di messaggistica più utilizzata nel mondo occidentale, dal 2014 è stata acquistata da Mark Zuckerberg, che ha capito la sua valenza come potente strumento di business per tutte le imprese di piccole e piccolissime dimensioni che operano nei mercati locali.

Collegata a Facebook, attraverso il business manager è possibile creare post FB sponsorizzati per poi consentire agli utenti di contattare l’inserzionista tramite Whatsapp, che diventa così uno strumento potente di generazione leads.

Dal 2017 è stata creata la versione Business, che funziona in modo leggermente differente da quello della app originale e permette di creare un Account aziendale personalizzato con una Copertina, link di contatto e orari di disponibilità. WhatsApp Business può essere attivato anche su un numero di rete fissa, consentendo perciò alle aziende di utilizzare direttamente il numero della propria sede e, come per la versione normale, può essere utilizzato anche su PC desktop.

Whatsapp può essere utilizzata strategicamente per organizzare un servizio di assistenza clienti che faccia leva su una piattaforma facile da utilizzare, molto intuitiva e soprattutto in grado di azzerare i tempi di risposta, consentendo di:

  • impostare un messaggio di benvenuto quando un cliente contatta per la prima volta il numero
  • impostare risposte automatiche e di assistenza al cliente
  • inviare file di piccole e medie dimensioni
  • inoltrare la propria posizione geografica
  • effettuare una chiamata o videochiamata con gli utenti

Inoltre, grazie ad applicazioni di terze parti, è possibile inoltrare anche messaggi automatici a tutti coloro che ci hanno contattato.

 

Facebook Messenger

Molto utilizzata per la gestione del customer care in aziende di medie e grandi dimensioni.

La ragione principale per sceglierla è che Messenger può essere utilizzata senza numero di telefono: è sufficiente avere un account su Facebook per accedere ai servizi della piattaforma. Anzi, l’iscrizione a Facebook non è neppure obbligatoria, dato che l’utente può registrarsi anche inserendo semplicemente i propri dati e scegliendo un nickname di fantasia.

Per predisporre un servizio di assistenza clienti efficace ed efficiente è semplice creare un chatbot su Messenger che faciliti l’azienda nel:

– Rispondere rapidamente e automaticamente alle richieste di informazioni;

– Raccogliere prenotazioni e ordini;

– Fare assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7;

– Effettuare pagamenti mediante l’applicazione;

Facebook Messenger può essere efficacemente utilizzato anche in altri modi strategici:

  1. Per la distribuzione dei contenuti aziendali(alternativa o contestuale alla newsletter classica)
  2. Per la generazione di leads, in associazione con i Facebook ADS e i chatbot
  3. Per mantenere il contatto con i prospects e spiccare fra i competitors attraverso i messaggi sponsorizzati, cliccando sui quali si avvia una chat Messenger con chi scrive alla pagina.

 

Telegram

L’applicazione è nata nel 2013 e non ha ancora la diffusione di Messenger e Whatsapp, anche se presenta un trend positivo, grazie alla sua originalità che potrebbe dare alle aziende che decidono di investirvi, un vantaggio competitivo sulla concorrenza.

Telegram presenta infatti delle caratteristiche del tutto peculiari, vantaggiose tanto per le aziende che per i loro utenti. Fra queste: gli hashtag che permettono di implementare il motore di ricerca interno; un sistema per condividere file di 1,5 GB e un altro per menzionare gli utenti con la classica menzione. Puoi creare gruppi molto numerosi (5.000 membri) e, soprattutto, puoi creare i canali Telegram. Inoltre c’è un comodo super editor per le immagini che ti consente di modificare il visual che hai caricato.

Un altro aspetto molto interessante di Telegram è la comunicazione broadcast fornita sui canali, tramite i quali gli utenti possono seguire le aziende.

Su Telegram, ai messaggi puoi aggiungere immagini, emoji, documenti, file e link. Puoi utilizzarlo – al pari di whatsapp – come semplice chat o come chat segreta.

La chat segreta di Telegram è un’altra funzione davvero interessante, perché garantisce una sicurezza massima alle tue conversazioni, avendo un livello aggiuntivo di crittografia client-client per tutti i dati. Come riportato sulle Faq ufficiali: ”Tutti i messaggi nelle chat segrete utilizzano la crittografia end-to-end. Questo significa che solo tu e chi riceve i messaggi li potete leggere — nessuno può decifrarli o intercettarli, inclusi noi di Telegram.” Nella chat segreta il messaggio è blindato: quando lo cancelli dal tuo dispositivo, viene cancellato anche su quello dell’altro utente e puoi impostare una durata prestabilita della chat e di tutto ciò che hai inviato (testo, foto, video e file), oltre la quale verrà tutto distrutto e non sarà più disponibile.

Come per Whatsapp, anche per Telegram esiste una versione desktop che può essere davvero utile per erogare, in modo ottimale, il servizio di assistenza clienti.

 

Direct Instagram Messenger

Direct messenger è il sistema di messaggistica istantanea di Instagram. Consente di spedire messaggi, foto e video a qualsiasi utente su Instagram e di creare gruppi fino a 15 partecipanti. Può essere utilizzato all’interno del social oppure come app stand-alone, scaricabile e installabile autonomamente sul proprio smartphone.

Questa app è ancora utilizzata molto al di sotto delle sue potenzialità come strumento di marketing, forse perché, essendo una costola di Instagram - social essenzialmente visual e fotografico e nato per essere utilizzato da mobile - le sue funzionalità e i suoi possibili impieghi come strumento di marketing non sono ancora stati esplorati a fondo. In particolare, si presta ad essere usato efficacemente come strumento di engagement e per rendere più “umano” il rapporto con i propri clienti anche nel fornire un vero e proprio servizio di customer care. Con l’aiuto del Direct puoi facilmente collegarti con i tuoi clienti, che possono raggiungere la tua azienda e chiedere assistenza in modo molto più facile e diretto (Direct appunto) proprio alla persona che sta dietro il tuo brand!

Inoltre, attraverso Direct è più immediato e semplice raggiungere i tuoi clienti, ad esempio per ringraziarli per aver acquistato i tuoi prodotti, rispondere a richieste di informazioni o anche risolvere rapidamente una lamentela prima che degeneri in una vera e propria crisi.

Riguardo all’engagement, i Direct possono essere usati per creare gruppi di persone potenzialmente interessate ad un evento o che hanno partecipato a qualche iniziativa aziendale e poterle così rintracciare e tenere personalmente informate su successivi eventi o promozioni.

Ovviamente la comunicazione fra azienda e follower deve sempre suonare come autentica e personalizzata, non deve mai essere stereotipata e troppo istituzionale.

Ma il Direct può anche rivelarsi un vero strumento commerciale, capace di convertire un semplice follower in un cliente. Ad esempio, offrendo tramite di esso uno sconto temporaneo o un’offerta incredibile, valida solo per un tempo limitato, solo per i follower più fedeli.

Una recentissima novità implementata su Instagram promette di rendere ancora più diretto il sistema, infatti anche in Direct sarà visibile un pallino verde in basso a destra dell’icona contatto, che andrà ad indicare se è attivo in quel momento.

Proprio come accade su Facebook Messenger e Whatsapp, in questo modo sarà visibile chi è connesso ad Instagram fra i propri contatti e dunque potrebbe essere disponibile alla conversazione.

 

Dopo questa panoramica delle funzionalità dei vari sistemi di messaggistica e delle loro potenzialità come strumenti di digital marketing, pensi ancora che la tua azienda possa fare a meno delle App di messaggistica nella propria strategia digital?

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci e ottieni le risposte che cerchi!