Intelligenza Artificiale e E-commerce - Kleis Digital
Intelligenza Artificiale e E-commerce

L’intelligenza artificiale è ormai entrata in molti ambiti della nostra vita,  dalla produttività personale alle attività aziendali e il suo influsso aumenterà esponenzialmente nei prossimi anni.

Secondo un recente rapporto di ricerca HubSpot sull'adozione dell'intelligenza artificiale, il 63% del campione di intervistati sta in effetti già utilizzando l'intelligenza artificiale senza rendersene conto. Infatti spesso non ci accorgiamo nemmeno dei diversi impieghi di questo tipo di tecnologia nella nostra vita quotidiana, eppure ha ormai rivoluzionato le nostre abitudini di acquisto e il modo in cui facciamo shopping.

Nel mondo dell’e-commerce l’IA (abbreviazione di intelligenza artificiale) può assumere declinazioni varie, vediamo quali:

 

Profiling del cliente

Per creare i profili dei propri clienti, i brand utilizzano la data analysis per dividere i consumatori in diversi gruppi, basati sulle informazioni demografiche, sugli acquisti passati, sui comportamenti offline e sulla cronologia delle ricerche online. Attraverso software che utilizzano l’intelligenza artificiale, è possibile prevedere alcuni dati, ad esempio quando accadrà un particolare evento ai consumatori. Attraverso l’analisi di alcuni comportamenti e acquisti online, infatti, è possibile ipotizzare ad esempio quando una donna potrebbe avere un bambino, potendo così guidarla negli acquisti che soddisfino maggiormente i suoi bisogni.

 

Lead Nurturing (conversione)

Il Lead Nurturing non è altro che l’attività di comunicazione svolta da quando viene attuata una prima richiesta di contatto da parte di un consumatore fino all’effettivo acquisto di un prodotto.

Gli addetti alle vendite automatizzati utilizzano l'intelligenza artificiale per le conversazioni iniziali con i prospects. Ciò consente alle aziende di raccogliere informazioni di contatto, spiegare le caratteristiche dei prodotti e fare una prima scrematura dei clienti fuori target, senza coinvolgere i team di vendita umani.

Assistenti alle vendite automatizzati utilizzano l'elaborazione del linguaggio naturale per condurre conversazioni via email e chat che vengono percepite come umane. Una volta che l'intelligenza artificiale ha fornito all’utente informazioni pertinenti e ha stabilito che si tratta di un potenziale cliente, il lead qualificato viene passato ad un venditore umano per chiudere l'accordo.

 

Personalizzazione dello shopping

Il Report “Personalizzazione nello shopping” redatto da Salesforce, analizza i comportamenti di acquisto di oltre 150 milioni di consumatori e 250 milioni di visite sui siti di retail  (con più di 550 milioni di dollari di ordini e 320 milioni di clic) per dimostrare il reale impatto della personalizzazione sul fatturato e sulla crescita dei Brand. Secondo l’analisi, il processo di acquisto individuale facilitato dall’IA, aumenta significativamente lo scontrino medio per acquirente e la propensione all’acquisto.

L’interazione con i consigli personalizzati – guidati dall’intelligenza artificiale – genera più conversioni, visite più lunghe al sito, un maggior numero di visualizzazioni dei prodotti e un migliore tasso di ritorno sullo store online.

 

Marketing di prodotto

Ormai diffuso sui vari portali e-commerce l’avviso “I clienti che hanno visto questo articolo hanno visto anche…”, è un servizio che utilizza l’intelligenza artificiale per consigliare i prodotti migliori (e più rilevanti per loro) ai clienti. I principali siti di e-commerce, utilizzano dei software in grado di collegare consumatori dai gusti simili secondo il ragionamento “se X e Y hanno comprato gli stessi prodotti un determinato mese, c’è una buona possibilità che Y sarà interessato al primo prodotto che X ha acquistato il mese dopo”.

 

Dynamic Pricing

Il dynamic pricing consente di modificare in tempo reale i prezzi dei propri prodotti, per rispondere in maniera flessibile alle richieste del mercato. Questa tecnica utilizza il machine learning per impostare il prezzo migliore sulla base di quello che i consumatori hanno accettato di pagare in passato, per una specifica tipologia di prodotto. In pratica gli algoritmi studiano i momenti in cui si acquista e quanto si è speso, ecco perché i prezzi dei trasporti possono variare in base a quando si acquista il viaggio, ad esempio.

 

Supporto alle vendite

Negli ultimi anni, i chatbot sono diventati uno strumento sempre più popolare per svolgere funzioni di supporto alle vendite in tutti i tipi di aziende. Questi assistenti virtuali utilizzano l'elaborazione del linguaggio naturale per comprendere le domande dei clienti e fornire informazioni utili in risposta. Così come nel lead nurturing, anche in questo caso problematiche di customer care più complesse possono essere poi prese in carico da un assistente umano, senza che il cliente si accorga necessariamente della differenza.

 

Conclusioni:

Se consideriamo il modo in cui oggi si fanno acquisti, ci rendiamo conto che le tecniche e le tecnologie disponibili oggi non erano assolutamente ipotizzabili fino a dieci anni fa: suggerimenti personalizzati, assistenti virtuali, prezzi diversificati, ecc., il modo di fare shopping è stato completamente trasformato e il consumatore online è diventato sempre più esigente e attento al livello di servizio offerto dai siti su cui acquista. Per questo oggi non è più possibile per chi fa e-commerce pensare di poter fare a meno degli strumenti offerti dall’IA per conquistare, trattenere e affezionare il cliente al proprio brand.

Il tuo e-commerce è pronto per questo salto di qualità?

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci e ottieni le risposte che cerchi!